Romania

 .

Descrizione dello scenario e risultati attesi

Nel corso del pilota, le eCall saranno attivate da qualsiasi luogo in Romania, le chiamate verranno instradate al PSAP di primo livello di Bucarest e da lì le informazioni (voce e elaborazione del  MSD) verranno girate agli operatori delle emergenze nella zona da cui proviene la chiamata eCall. La Romania creerà il meccanismo per differenziare le chiamate eCall dalle altre chiamate di emergenza 112 utilizzando il flag per la discriminazione delle chiamate eCall e per l'estrazione del MSD associato. Successivamente, il MSD sarà processato, una connessione separata con un server per la decodificazione del VIN aggiungerà ulteriori informazioni al sistema e l'intero pacchetto verrà riformattato ed inserito nuovamente nel database112. Per il decoder VIN verrà utilizzata la soluzione raccomandata dalla Piattaforma Europea per l'implementazione dell'eCall, ovvero l'utilizzo del network EUCARIS; nel corso del progetto verrà acquisito l'HW necessario per tale soluzione e verranno implementate le necessarie interfacce.

L'obiettivo è di sviluppare un servizio completamente ridondante, con un impatto minimo sull'esistente sistema 112. Per testare il servizio, 20 auto verranno equipaggiate con l'eCall IVS. Il pilota permetterà di identificare il modo più fattibile per diffondere ulteriormente a tutti i 41 PSAP rumeni di primo livello ed i necessari aggiornamenti del sistema 112.

 .

Nucleo centrale del team rumeno

Leader: ITS Romania
Contatti: Sig. Dorin Dumitrescu, dorin.dumitrescu@its-romania.ro

Operazioni PSAP: Special Telecommunications Service (STS)

Operatore stradale: : Compagnia nazionale delle aurostrade e delle strade nazionali di Romania(RNCMNR)

Fornitore di tecnologia: UTI Systems

Engineering e consulenza: Electronic Solutions SRL

Expert Organisation: Romania American University

 .